Vai menu di sezione

Stemma araldico Bertè

Cavedine, Via Ospedale 3

Bertè, citati nei documenti anche come de Berthedis o Berthei. Famiglia originaria di Poia (Lomaso) dove è documentata dal 1448 col notaio Antonio, diramatasi in seguito nell’Arcense, in Brentonico e in Cavedine (Laguna) intorno al 1600. 

La grande cornice baroccheggiante, dipinta a motivi vegetali di foglie e di frutti (in alto forse albicocche ed in basso prugne), che circonda lo stemma fa supporre che il dipinto sia stato probabilmente realizzato nei primi decenni del XVIII secolo.

Lo stemma si descrive araldicamente: d’oro, a 2 fasce in divisa di rosso, all’uccello di nero posato sulla prima fascia, tra due lettere B in capitale del terzo.

In araldica il termine arma indica l'insieme delle figure araldiche e degli smalti che costituiscono lo stemma. L’uccello nero è un  pavone, simbolo di vanità o di ricchezza quando è rappresentato nell'atto di far la ruota, indica invece l'umiltà quando presenta la coda chiusa ed abbassata.

Alcuni simboli dei colori : Oro felicità, nobiltà, splendore, Rosso nobiltà coraggio, valore,  magnanimità.

Posizione GPS

Come arrivare

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Mercoledì, 19 Ottobre 2016 - Ultima modifica: Lunedì, 13 Marzo 2017

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto