Vai menu di sezione

Raccolta differenziata

Rifiuti pericolosi

  • I rifiuti pericolosi sono tutti i rifiuti etichettati T/F/X: appartengono a questo gruppo molti prodotti di uso quotidiano come solventi, vernici, colori che richiedono cautela nell'utilizzo e nella conservazione; per riconoscerli è sufficiente controllare le lettere e i simboli messi in evidenza sulle etichette dei contenitori come la fiamma, il teschio o la X. I contenitori anche se vuoti vanno comunque considerati rifiuti pericolosi e trattati come tali.

Vetro

  • Il vetro è uno dei materiali maggiormente ecocompatibili: si può infatti riutilizzare più volte e riciclare all'infinito dal momento che i contenitori usati possono essere fusi e rifusi senza perdere nulla delle proprietà·originarie. Tra le sue innumerevoli qualità· ricordiamo: la resistenza alle alte temperature di lavaggio dei vuoti, la robustezza, la totale garanzia di non assorbimento di sapori e odori, la sicurezza dal punto di vista igienico-sanitario.

Plastica

  • Raccogliere separatamente la plastica è estremamente importante; infatti, rispetto ad ogni altro rifiuto la plastica ha la particolarità di essere un materiale persistente nell'ambiente in quanto poco biodegradabile e dunque pone seri e particolari problemi di smaltimento.

Carta e cartone

  • Carta e cartone possono essere recuperati e riutilizzati più·e più volte. Infatti, oltre che con fibre vergini, la carta viene prodotta (talvolta al 100%!) usando carta e cartone di recupero.

Pagina pubblicata Martedì, 18 Agosto 2015

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto