Vai menu di sezione

Regolamento

Articoli n. 11 e 12 del vigente Regolamento Edilizio Comunale.

 

Commissione Edilizia Comunale

Art. 11

Composizione e formazione

1. E’ istituita presso il Comune di Cavedine la Commissione Edilizia Comunale.

2. E’ composta da:

  • presidente:
    • Sindaco;
  • componenti di diritto:
    • il responsabile del Servizio tecnico comunale;
    • il comandante del corpo volontario locale dei Vigili del Fuoco o suo sostituto;
  • componenti ordinari:
    • due  esperti in materia urbanistico edilizia e di tutela del paesaggio ;
    • un tecnico libero professionista esperto in materia di edilizia civile ed industriale,

3. Le funzioni di segreteria e verbalizzazione delle riunioni della Commissione Edilizia sono affidate al personale del Servizio tecnico all’uopo incaricato.

4. La Giunta Municipale, su proposta del Sindaco, nomina i componenti scegliendo quelli ordinari di cui al precedente comma 2:

  • fra soggetti esperti e competenti in materia giuridico amministrativa, urbanistico edilizia, di tutela paesaggistico ambientale, nonche’ in materia di pianificazione ambientale.
  • Non potranno far parte della Commissione consiglieri o assessori comunali fatta eccezione per gli assessori competenti in materia di urbanistica ed edilizia.

5. La Commissione rimane in carica per il periodo di durata del Consiglio Comunale e gli esperti in urbanistica e tutela del paesaggio non possono essere riconfermati.

6. I componenti ordinari che, senza giustificato motivo, rimangano assenti per più di tre riunioni consecutive decadono e vengono sostituiti con le medesime modalità di cui al punto 4 del presente articolo.

Identicamente si procede in caso di dimissioni o cessazione dalla carica per qualsiasi motivo.

7. In caso di assenza del Presidente, le relative funzioni vengono assunte dal componente ordinario più anziano presente.

8. Per interventi urbanistici o edilizi di particolare rilevanza è facoltà del Presidente affiancare alla Commissione Edilizia uno o più consulenti senza diritto di voto al fine di illustrare e chiarire aspetti legati all’interpretazione delle norme urbanistiche e tecniche .

9. Il Presidente, in casi del tutto particolari, potrà consentire che il progettista venga sentito in Commissione su richiesta della stessa, del responsabile dell’Ufficio Tecnico o del progettista medesimo.

Art. 12

Competenze e modalità di funzionamento

1. La Commissione Edilizia è organo consultivo. Essa ha il compito di coadiuvare con pareri e proposte l’autorità comunale nella attività attinente all’edilizia e all’urbanistica, nonché nella tutela del decoro e dell’estetica delle costruzioni, anche in relazione al loro inserimento nell’ambiente.

2. La Commissione Edilizia esprime il proprio parere obbligatorio sui piani attuativi, sui piani guida, sulle richieste di lottizzazione, sulle autorizzazioni paesaggistiche, sulle concessioni ad edificare, sulle progettazioni speciali, sulle opere pubbliche per le quali il parere è prescritto, sulle deroghe urbanistiche.

Il parere della Commissione può inoltre essere richiesto su qualsiasi oggetto inerente alla materia edilizia e urbanistica da ciascun organo del Comune che lo ritenga utile ed opportuno.

3. Nelle aree non assoggettate al vincolo di tutela paesaggistico-ambientale la Commissione edilizia può richiedere le prescrizioni o le modalità esecutive da apporre al titolo abilitativo necessarie per garantire un corretto inserimento paesaggistico dell’intervento, o comunque necessarie per garantire il decoro e l’estetica delle costruzioni anche in relazione all’ambiente circostante nel rispetto delle norme tipologiche eventualmente previste dal piano regolatore generale.

4. La Commissione si riunisce di norma a cadenza mensile in giorni fissi e può essere convocata ogni qualvolta il Presidente lo ritenga opportuno.

L’avviso di convocazione è comunicato ai componenti almeno cinque giorni prima della seduta.

5. Per la validità delle adunanze è richiesto l’intervento di almeno la metà più uno dei componenti con diritto di voto.

6. I pareri della Commissione Edilizia sono resi a maggioranza dei voti espressi dai componenti presenti. In caso di parità prevale il voto di chi presiede.

7. Il verbale delle riunioni della Commissione viene redatto dal segretario della commissione che lo firma unitamente a tutti i presenti.

Il verbale deve riportare, oltre agli elementi usuali, (data, presenti, oggetto), i pareri espressi dalla Commissione, gli esiti delle eventuali votazioni e gli eventuali pareri di minoranza.

I pareri della Commissione, nella forma dell’estratto del verbale firmato dal segretario, sono comunicati all’Autorità Comunale per le decisioni di competenza.

8. I singoli componenti della Commissione non possono presenziare all’esame e alla discussione dei progetti elaborati da essi o da componenti dello studio professionale, anche associato, di cui fanno parte o che riguardino comunque l’interesse proprio o del coniuge o di parenti ed affini fino al secondo grado.

9. E’ fatto divieto ai componenti della Commissione di comunicare atti, documenti o decisioni a chi non faccia parte della Commissione stessa.

Pagina pubblicata Mercoledì, 11 Ottobre 2017

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto